Intermezzi Blog!

Il signor Bovary su Storie per un piccolo pianeta

Luca Terlizzi recensisce Il signor Bovary di Paolo Zardi (collana Ottantamila) su Storie per un piccolo pianeta. Qui. Di seguito un estratto. [...] Differenze sociali. Giochi di potere. Smanie di possesso. Un uomo dalla vita impeccabile, con moglie e figli e un lavoro in banca, vuole per una volta qualcosa di proibito. Forse è una crisi di mezz’età, come quella di Lester (Kevin Spacey) in American Beauty, forse è un’insoddisfazione bruciante e romantica come quella di Madame Bovary, da cui il nostro anonimo protagonista prende in prestito il nome pur di trovarsi un’identità. Forse semplicemente il gusto, lo sfizio, la...

Continue Reading →

La voglia su Storie per un piccolo pianeta

Luca Terlizzi recensisce La voglia di Michele Turazzi (collana Ottantamila) su Storie per un piccolo pianeta. Qui. Di seguito un estratto. [...] Anni Sessanta, miracolo economico, spostamento verso i grandi centri. Nini è uno di quei meridionali che emigrano al Nord, muratori, manovali, discriminazione, rock’n’roll. Mancano ancora quattro anni al Sessantotto, c’è aria di novità nell’aria ma la rivoluzione sessuale e dei costumi non c’è ancora stata e tutti ricordano fin troppo bene la guerra, è tutto da ricostruire, tutto da rifare. Nini è solo, solo in un ambiente ostile, e solo nella libreria della famiglia di Italia troverà ospitalità....

Continue Reading →

Assenza di gravità su Storie per un piccolo pianeta

Luca Terlizzi recensisce Assenza di gravità di Leonardo Alessandrini (collana Ottantamila) su Storie per un piccolo pianeta. Qui. Di seguito un estratto. [...] Never going back again. Se dovessimo riassumere in una frase l’avventura di Jonah Everman, astronauta quarantenne che mette piede sulla Luna sponsorizzato dai brand più ricchi del mondo, sarebbe senza dubbio il titolo della canzone dei Fleetwood Mac. Non si torna più indietro. Quella di Jonah, come quella di Felix Baumgartner, è un’impresa titanica, che unisce il mondo e lo rende più vicino, più piccolo, più provinciale. Un’impresa che però costringe il nostro everyman, il nostro uomo...

Continue Reading →

Al buio su Il distretto

Cristina Catanese recensisce Al buio di Carlotta Borasio e Andrea Malabaila (collana Ottantamila) su Il distretto. Qui. Di seguito un estratto. [...] L’originalità del racconto non è soltanto quella di averlo scritto a quattro mani, ma si ritrova anche nella scelta di narrare lo stesso evento da due punti di vista diversi, innestando alcuni dubbi nel lettore. I due scrittori (i cui nomi sono anche quelli dei protagonisti) si sono ispirati alla serie televisiva The Affair: «L’idea è nata dopo aver visto la serie tv The Affair, in cui ogni episodio è diviso in due parti, la prima narrata dal...

Continue Reading →

Al buio su Pink Magazine Italia

Isabella D'Amore recensisce Al buio di Carlotta Borasio e Andrea Malabaila (collana Ottantamila) su Pink Magazine Italia. Qui. Di seguito un estratto. [...] Ecco le avvertenze degli autori prima della lettura, che raccontano com’è nato questo progetto editoriale. – La storia che state per leggere è stata scritta a quattro mani. Una parte l’ha scritta Carlotta, una parte l’ha scritta Andrea. Carlotta e Andrea, al momento della stesura, erano sposati da due anni e stavano insieme da quasi otto. -Questo racconto nasce come un gioco: facciamo finta che. Facciamo finta che Andrea e Carlotta siano andati a una festa di...

Continue Reading →

Valentina controvento di Carlo Sperduti su Storie per un piccolo pianeta

Luca Terlizzi recensisce Valentina controvento di Carlo Sperduti (collana Ottantamila) su Storie per un piccolo pianeta. Qui. Di seguito un estratto. Com’è il mondo visto da chi ha paura a interagire con gli altri? Come sarebbero la vita quotidiana e le ansie di ogni giorno se a raccontarcele fosse una persona chiusa come un riccio, gelosa della sua solitudine e paurosa del contatto col mondo esterno? La situazione psicologica (o neurologica?) della Valentina di Carlo Sperduti non sembra delle migliori. Depressa e patologicamente timida, forse addirittura affetta da un disturbo dello spettro autistico, Valentina è innamorata pazzamente delle mura del suo...

Continue Reading →